RIVOLTA IMMIGRATI A MINEO, MACCARI: IL GOVERNO INTERVENGA!

“Il Governo intervenga al più presto per riportare l’ordine dopo la violentissima protesta degli immigrati ospitati nel centro accoglienza di Mineo”. Lo afferma Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia. “Anche il Cara di Mineo – prosegue Maccari – come tanti altri centri di accoglienza per gli immigrati, si è rivelato una bomba ad orologeria. Stavolta la protesta degli immigrati è esplosa in una furiosa e devastante rivolta ed a farne le spese ancora una volta sono stati i nostri colleghi, aggrediti violentemente con bastoni e coltelli. Molti Agenti delle Forze dell’Ordine, chiamati in numero esiguo a fronteggiare una situazione di guerriglia, sono rimasti feriti e contusi. Eppure ci si poteva organizzare ed intervenire per tempo, senza aspettare in maniera superficiale che la situazione degenerasse. La scintilla della rivolta è, infatti, schioccata in maniera chiara già la scorsa notte, quando strutture e mezzi sono stati danneggiati e dati alle fiamme. Superata l’ennesima emergenza, il Governo dovrà affrontare una volta per tutte il problema dei centri per l’immigrazione sparsi per il territorio nazionale. Queste strutture, spesso paragonate a delle Guantanamo italiane, sono l’emblema del fallimento assoluto della politica in tema di immigrazione clandestina. Strutture malsane e fatiscenti, seppure costosissime, in cui clandestini e profughi vengono reclusi in maniera incivile e disumana, e che sono continuamente teatro di violenze e disordini di cui a fare le spese sono sempre gli Operatori delle Forze di Polizia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.